Specifiche al Bando di gara tramite pubblico incanto per l' affidamento del contratto di locazione del campeggio comunale


 SPECIFICHE AL BANDO DI GARA MEDIANTE PUBBLICO INCANTO PER L’AFFIDAMENTO IN LOCAZIONE DEL CAMPEGGIO COMUNALE IN LOCALITA’ PORTO CORALLO E RELATIVI ALLEGATI.

 
A seguito di segnalazioni in merito al bando di gara mediante pubblico incanto per l’affidamento in locazione del campeggio comunale in località Porto Corallo e relativi allegati, si specifica quanto segue:
 
- All’art. 12.1 del bando di gara laddove è previsto che: “L’offerta dei concorrenti deve essere corredata da garanzia provvisoria, come definita dall’art. 93 del Codice, pari al 2% dell’importo posto a base di gara, precisamente ad €  650,00, e costituita, a scelta del concorrente”si specifica che l’importo indicato di € 650,00 è errato, in quanto non corrisponde al 2% dell’importo posto a base d’asta, che si ricorda essere € 95.850,00. Pertanto l’importo corretto è  €  1.917,00.
 
- All’art. 14.1 del bando di gara è presente il refuso “gennaio 2017” subito dopo l’indicazione del giorno di scadenza previsto per la presentazione della documentazione di partecipazione alla gara; si specifica che la data di scadenza è esclusivamente il 10 febbraio 2017.
 
- All’art. 1, n. 2, nella sezione dedicata all’offerta tecnica, al terzultimo capoverso, è previsto che: “L’elaborato dovrà rispettare le seguenti caratteristiche: max 10 pagine numerate progressivamente (non saranno valutate le pagine successive alla quinta, qualunque sia il loro contenuto) esclusa l’eventuale copertina, in formato A4, carattere "Arial" dimensione 12, interlinea 1,5”; si specifica che il contenuto all’interno delle parentesi è un mero refuso e, in quanto tale, non dovrà essere preso in considerazione. 
Così come già stabilito dall’art. 16.1 ultimo capoverso del Bando di gara, il quale correttamente prevede che: “L’elaborato dovrà rispettare le seguenti caratteristiche: max 10 pagine numerate progressivamente esclusa l’eventuale copertina, in formato A4, carattere "Arial" dimensione 12, interlinea 1,5.”
 
- Al sesto capoverso dell’allegato A, relativo alla descrizione del campeggio comunale, si specifica che nella parte relativa ai bungalows, sia in muratura che in legno, gli stessi sono stati descritti come “arredati e dotati di angolo cottura" mentre si tratta di un refuso, in quanto gli arredi non sono compresi. 
Così come già riportato all’art. 1, terzo capoverso, nella sezione consistenza e stato attuale del bene, e all’art. 2.1, secondo capoverso, del bando di gara,  si prevede che: 
“Il contratto oggetto di gara è riferito esclusivamente ai beni di proprietà comunale; per quanto attiene i beni di proprietà del locatario uscente, il locatario entrante avrà facoltà di acquisirli direttamente dal locatario uscente o, in alternativa, dovrà acquisire diversamente le strutture, le attrezzature e gli arredi necessari.”
“Il locatario entrante dovrà dotare il campeggio di tutte le strutture, le attrezzature e gli arredi necessari, fermo restando che essi dovranno garantire un adeguato decoro estetico ed il rispetto di tutte le norme applicabili in materia di sicurezza, igiene, salubrità e decoro.”
 
Il Responsabile dell’Area Tributi,
Patrimonio e Commercio
(Dott.ssa Daniela Usai)
 







Questa News proviene da Il Sito del Comune di Villaputzu
http://www.comune.villaputzu.ca.it

L'URL di questa notizia è:
http://www.comune.villaputzu.ca.it/modules.php?name=News&file=article&sid=804