esercizi di vicinato non alimentari


Che cos'è:

La legge regionale 18 maggio 2006 n. 5 definisce "Esercizi di vicinato" quelli aventi superficie di vendita non superiore a 150 mq. nei comuni con popolazione residente inferiore a 10.000 abitanti e a 250 mq. nei comuni con popolazione residente superiore a 10.000 abitanti. Per superficie di vendita di un esercizio commerciale deve intendersi l’area destinata alla vendita, compresa quella occupata da banchi, scaffalature e simili. Non costituisce superficie di vendita quella destinata a magazzini, depositi, locali di lavorazione, uffici e servizi. L’attività commerciale può essere esercitata con riferimento ai due settori merceologici: alimentare e non alimentare. Ai sensi dell’art. 7 D.Lgs. 114/98, l’apertura, il trasferimento di sede e l’ampliamento della superficie fino ai limiti di cui all’art. 4, c. 1, l. d) cit., di un esercizio di vicinato sono soggetti a previa comunicazione al Comune competente per territorio e possono essere effettuati decorsi 30 giorni dal ricevimento della comunicazione da parte del Comune.


Requisiti:

Il locale deve avere destinazione d'uso commerciale, deve possedere conformità del locale alle norme igienico sanitarie, agli strumenti urbanistici ed ai regolamenti edilizi e occorre dimostrare la titolarità del locale


Dove:

UFFICIO SUAP VILLAPUTZU
Piazza Marconi, 1
tel. 070997013
fax 070997075
e-mail:

ORARI PER IL PUBBLICO:
Mattina: dal Lunedì al Giovedì dalle 10:00 alle 13:00
Pomeriggio: Mercoledì dalle 15:30 alle 17:30


Come:

E' necessaria una comunicazione al Comune per: liquidazione merci;sospensione temporanea inf. ai 12 mesi;subingresso; deroga alla chiusura domenicale o festiva;variazione del legale rappresentante o delegato; variazione ragione sociale; cessazione.
L'attività' può essere iniziata solo decorsi trenta giorni dal ricevimento della comunicazione da parte del Comune.

Nella comunicazione il soggetto interessato dichiara:
a) di essere in possesso dei requisiti di cui all’articolo 5 D.Lgs. 114/98;
b) di avere rispettato i regolamenti locali di polizia urbana, annonaria e igienicosanitaria, i regolamenti edilizi e le norme urbanistiche nonché quelle relative alle destinazioni d’uso;
c) il settore o i settori merceologici, l’ubicazione e la superficie di vendita dell’esercizio;
d) l’esito della eventuale valutazione in caso di applicazione della disposizione di cui all’art. 10, c. 1, l. c) D.Lgs. 114/98

La noramtiva non si applica alle attività di rivendita di giornali e riviste, alle farmacie, alle rivendite di generi di monopolio, ai distributori di carburante, alle associazioni dei produttori ortofrutticoli, ai produttori agricoli singoli o associati, agli artigiani per la vendita dei loro prodotti nei locali di produzione o adiacenti, ai pescatori e ai cacciatori che vendono al pubblico i prodotti della loro attività, a chi vende o espone le proprie opere dell’ingegno, alla vendita dei beni di fallimento, alla vendita durante il periodo di svolgimento delle fiere campionarie e agli enti pubblici che vendono pubblicazioni o altro materiale informativo di propria o altrui elaborazione concernenti l’oggetto della loro attività; tali attività sono infatti regolate da diverse e specifiche normative.

 Modulo DUAP e  CHECKLIST


Documentazione:

Concessione edilizia
Comunicazione Comune commercio
Agibilità dei locali
Parere sanitario preventivo sul progetto edilizio - ASL
Parere di conformità anticendio (sul progetto)


Normativa:

06.10.2000 "Intervento sostitutivo nei confronti della regione Sardegna, per il mancato esercizio delle funzioni amministrative conferite dal D.lgs 31.03.1998"
D.Lgs. 31.03.1998 n. 114 art. 4 "Riforma della disciplina relativa al settore del commercio"
DPR 07.12.2000 n. 440 " Regolamento recante modifiche ed integrazioni al D.P.R. 20 ottobre 1998, n. 447"
DPR 20.10.1998 n. 447 "Regolamento recante norme di semplificazione dei procedimenti di autorizzazione per la realizzazione, l'ampliamento, la ristrutturazione e la riconversione di impianti produttivi"
D.L. 4 luglio 2006, n. 223 Disposizioni urgenti per il rilancio economico e sociale, per il contenimento e la razionalizzazione della spesa pubblica, nonchè interventi in materia di entrate e di contrasto all'evasione fiscale
L.R. 18.05. 2006 n.5 s.m.i. "Disciplina generale delle attività commerciali"


Questo procedimento stato stampato da: Il Sito del Comune di Villaputzu
http://www.comune.villaputzu.ca.it

L'indirizzo web di questo procedimento :
http://www.comune.villaputzu.ca.it/modules.php?name=Procedimenti&pa=showpage&pid=48