Suap


Che cos'è:

Il Suap ( Sportello Unico delle Attività Produttive) è lo sportello dove gli imprenditori possono avviare o sviluppare un impresa e ricevere tutti i chiarimenti sui requisiti, la modulistica e gli adempimenti necessari.
Il Suap semplifica e garantisce la conclusione delle pratiche in tempi rapidi e certi, e soprattutto, l’imprenditore ha il vantaggio di rivolgersi ad un unico ufficio.
Il Suap è responsabile di tutti i procedimenti amministrativi relativi alle attività economiche e produttive di beni e servizi e di tutti i procedimenti amministrativi inerenti alla realizzazione, all’ampliamento, alla cessazione, alla riattivazione, alla localizzazione e alla rilocalizzazione di impianti produttivi, ivi incluso il rilascio delle concessioni o autorizzazioni edilizie.
Presso il Suap, quindi, l’imprenditore può presentare un’autocertificazione di conformità alle norme vigenti (DUAAP) per avviare o sviluppare l’impresa, e ottenere la ricevuta che gli consente di avviare l’attività in soli 20 giorni.

GESTIONE DEI PROCEDIMENTI
La Legge regionale 5 marzo 2008 n.3, con le successive modificazioni ed integrazioni, ha cambiato radicalmente i procedimenti del SUAP prevedendo, due procedure possibili per la nascita di un’attività produttiva: l’immediato avvio e la conferenza di servizi (Art. 1 commi 16-32).
Nell’immediato avvio l’imprenditore presenta al SUAP la DUAAP, con allegate le relazioni e le attestazioni tecniche necessarie (allegati). Immediatamente o, a seconda delle fattispecie, trascorsi 20 giorni senza che siano segnalate anomalie, l’imprenditore inizia a costruire l’impianto o avvia la propria attività. In casi particolari (indicati al comma 24), l’imprenditore, per la natura dell’attività o la localizzazione dell’impianto, deve attendere gli esiti di un’apposita conferenza di servizi. Si tratta di casi attinenti, ad esempio, alle verifiche ambientali, alla sicurezza pubblica, alla tutela della salute e della pubblica incolumità.

1.1 Procedura di “Immediato avvio”
a) Immediato avvio di attività senza intervento edilizio;
b) Immediato avvio di attività con intervento edilizio.

a) Immediato avvio di attività senza intervento edilizio
L’imprenditore che vuole iniziare un’attività produttiva e abbia già a disposizione i locali idonei presenta al SUAP competente per territorio la DUAAP che attesta la conformità dell’attività ai requisiti richiesti dalla normativa vigente.
All’atto della presentazione della DUAAP, il SUAP rilascia all’imprenditore una ricevuta e contestualmente invia a tutti gli Enti competenti la DUAAP, affinché effettuino i controlli. Se l’imprenditore non riceve osservazioni nei 20 giorni successivi alla presentazione della DUAAP, può iniziare la propria attività e la ricevuta costituisce titolo autorizzatorio per l’avvio dell’intervento.

b) Immediato avvio di attività con intervento edilizio
L’imprenditore che vuole intraprendere un’attività produttiva dove sia necessario un intervento edilizio presenta al SUAP competente per territorio la DUAAP che attesta la conformità dell’attività ai requisiti richiesti dalla normativa vigente.
All’atto della presentazione della DUAAP, il SUAP rilascia all’imprenditore una ricevuta e contestualmente invia a tutti gli Enti competenti la DUAAP, affinché effettuino i controlli. Se l’imprenditore non riceve osservazioni nei 20 giorni successivi alla presentazione della DUAAP, può iniziare l’intervento e la ricevuta costituisce titolo edilizio.
Al termine dei lavori il titolare dell’impresa comunica al SUAP l’ultimazione degli stessi attraverso una nuova dichiarazione (insieme al certificato del direttore dei lavori sulla conformità dell’opera al progetto e alla sua agibilità). Quando è necessario il collaudo, lo stesso è effettuato da un tecnico abilitato e trasmesso immediatamente al SUAP. Il certificato positivo di collaudo consente l’immediata messa in funzione degli impianti.

1.2 Procedura con “conferenza di servizi”
L’imprenditore che vuole avviare un’impresa in alcuni particolari ambiti (indicati dal comma 24 della L.R. n. 3/2008 e relativi, ad esempio, alle verifiche ambientali, alla sicurezza pubblica, alla tutela della salute e della pubblica incolumità, per i quali siano necessarie valutazioni discrezionali da parte della pubblica amministrazione), presenta al SUAP competente per territorio la DUAAP. Il SUAP rilascia all’imprenditore una ricevuta e procede entro 7 giorni alla convocazione di una conferenza di servizi, da svolgersi entro i successivi 15 giorni. L’imprenditore, in questo caso, per poter avviare l’attività deve attendere l’esito della conferenza di servizi.
 


Dove:

Ufficio Suap
Comune- Piano Terra – Area Produttiva e di Vigilanza
Responsabile Maura Eliana Murgioni
Telefono 070997013
Fax 070997075
e.mail protocollo@pec.comune.Villaputzu.ca.it


Come:

Il procedimento unico inizia con la presentazione telematica della pratica SUAP tramite le seguenti modalità:
• in caso di pratica SUAP contestuale alla Comunicazione Unica e ricadente nell’ambito di applicazione della SCIA di cui all’art. 19 della L 241/1990, la presentazione va effettuata contestualmente alla Comunicazione Unica tramite il sistema informativo messo a disposizione dal Registro Imprese - attualmente individuato in ComUnicaStarweb accessibile dal portale http://starweb.infocamere.it/starweb  - secondo le disposizioni del DPR 160/2010;
• in tutti gli altri casi la pratica SUAP va presentata al SUAP competente per territorio tramite il software regionale accessibile dal portale www.sardegnasuap.it.

Tutte le pratiche SUAP devono comunque rispettare i requisiti tecnici previsti dall’art. 5 delle specifiche tecniche dell’allegato al DPR 160/2010.
La pratica SUAP è presentata dall’imprenditore o da un suo incaricato provvisto di procura speciale ai sensi dell’art. 3 comma 1 lettera c del DPR 160/2010, corredata - quando necessario - dalle dichiarazioni di conformità rese da professionisti abilitati nei modi stabiliti dalla LR 3/2008, dalle relazioni e dagli elaborati progettuali.
Per la presentazione della pratica SUAP deve essere utilizzata la DUAAP e/o l’ulteriore modulistica regionale.
È sempre obbligatorio per l’impresa, a pena di irricevibilità della pratica SUAP, indicare un domicilio elettronico (PEC) dove ricevere qualsiasi notifica o comunicazione inerente il procedimento unico.
 


Questo procedimento stato stampato da: Il Sito del Comune di Villaputzu
http://www.comune.villaputzu.ca.it

L'indirizzo web di questo procedimento :
http://www.comune.villaputzu.ca.it/modules.php?name=Procedimenti&pa=showpage&pid=75