Contributi per i talassemici/emofiliaci


Che cos'è:

Sono sussidi straordinari erogati dalla Regione attraverso il Comune sotto forma di:
- assegno mensile;
- a titolo di rimborso delle spese di viaggio e di soggiorno nei casi in cui il trattamento venga effettuato presso centri ospedalieri o universitari autorizzati ubicati in Comuni diversi da quello di residenza.
L’assegno mensile viene concesso a condizione che il reddito netto effettivo dei richiedenti non superi determinati limiti, ed è calcolato in base a diverse fasce di reddito.
I rimborsi delle spese di viaggio e di soggiorno sono concessi a condizione che i richiedenti:
a) non abbiano diritto a rimborsi per lo stesso titolo da parte di enti previdenziali o assicurativi;
b) non superino determinati limiti di reddito netto annuo.
 


Requisiti:

Ai cittadini residenti in Sardegna riconosciuti affetti da talassemia o da emofilia o da emolinfopatia maligna, che non superino determinati limiti di reddito.


Dove:

UFFICIO SERVIZI SOCIALI
Piazza Marconi, 1
tel. 070997013
fax 070997075
e-mail: servizi.sociali@comune.villaputzu.ca.it

ORARI PER IL PUBBLICO:
Mattina: Lunedì e Giovedì dalle 10:30 alle 12:00
Pomeriggio: Mercoledì dalle 15:30 alle 16:30

 


Come:

Occorre compilare l’apposito modulo di domanda e presentarlo presso l’Ufficio Servizi Sociali. Poiché i contributi vengono erogati ogni sei mesi, la domanda deve essere presentata su richiesta scritta del servizio sociale entro le scadenze dei mesi di giugno e di dicembre


Documentazione:

Alla domanda deve essere allegata la certificazione sanitaria rilasciata dall’ASL attestante la patologia, l’autocertificazione del reddito e, nel caso di rimborso per viaggi/soggiorno, la documentazione dei viaggi/soggiorni sostenuti. (Se l’autocertificazione non è sottoscritta in presenza dell’impiegato addetto a riceverla, ovvero viene presentata tramite un incaricato o inviata per posta/fax, occorre presentarla unitamente alla fotocopia di un documento di identità valido)


Normativa:

Legge Regionale 27/83 “Provvidenze a favore dei talassemici, degli emofilici e degli emolinfopatici maligni”