d.i.a. denuncia di inizio attivitÓ (SOSTITUITA CON SCIA CON L.R. N. 8 DEL 2015)


Che cos'è:

E' la comunicazione di inizio attività delle seguenti opere:

  • opere di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo;
  • opere di eliminazione delle barriere architettoniche in edifici esistenti consistenti in rampe o ascensori esterni, ovvero in manufatti che alterino la sagoma dell’edificio;
  • muri di cinta e cancellate;
  • aree destinate ad attività sportive e ricreative senza creazione di volumetria;
  • le opere costituenti pertinenza ai sensi dell’articolo 817 del Codice Civile;
  • revisione o installazione di impianti tecnologici al servizio di edifici o di attrezzature esistenti e realizzazione di volumi tecnici che si rendano indispensabili, sulla base di nuove disposizioni;
  • varianti a concessioni edilizie già rilasciate che non incidano sui parametri urbanistici e sulle volumetrie, che non cambino la destinazione d’uso e la categoria edilizia e non alterino la sagoma e non violino le eventuali prescrizioni contenute nella concessione edilizia;
  • parcheggi di pertinenza nel sottosuolo del lotto su cui insiste il fabbricato;
  • le vasche di approvvigionamento idrico ed i pozzi;
  • le opere oggettivamente precarie e temporanee;
  • i pergolati e i grigliati;

Requisiti:

La denuncia di inizio attività viene comunicata dal proprietario dell’immobile o da chi ne abbia titolo.


Dove:

UFFICIO EDILIZIA PRIVATA
Piazza Marconi, 1
tel. 070997013
fax 070997075

ORARI PER IL PUBBLICO:
Mattina: ilLunedì e il Venerdì dalle 12:00 alle 13:00
Pomeriggio: Mercoledì dalle 15:30 alle 17:30


Come:

Il dichiarante presenta la denuncia di inizio attività all’Ufficio Protocollo con la documentazione richiesta, almeno 30 giorni prima dell’inizio dei lavori, poi la domanda viene trasmessa all’Ufficio Edilizia Privata.

Il Responsabile del procedimento, se la documentazione dovesse risultare carente il Responsabile del procedimento entro 30 giorni emana una proposta di provvedimento di sospensione e invia una lettera al richiedente per ottemperare alla documentazione richiesta.


Documentazione:

Documentazione che il cittadino deve apportare per l'espletamento della pratica:

  • Dichiarazione sostitutiva di atto notorio attestante il titolo di proprietà o il possesso di altro diritto reale di godimento, con fotocopia del documento di identità sottoscritta;
  • Progetto e relazione tecnica illustrativa dettagliata
  • Relazione tecnica relativa all’abbattimento delle barriere architettoniche, contenente la dimostrazione di conformità, corredata dai grafici, o dichiarazione che l’intervento non è soggetto al disposto delle suddette leggi con richiamo esplicito alle norme che consentono la deroga;
  • Progetto degli impianti, o dichiarazione che l’intervento non è soggetto a presentazione preventiva del progetto, con richiamo esplicito alle norme che consentono la deroga;
  • Attestazione del versamento di € 25,82 da effettuarsi sul conto corrente postale n. 16185092 intestato al Comune di Villaputzu, causale: “diritti di segreteria”;
  • Se ricade in zona vincolata del Piano Paesaggistico Regionale, il cittadino deve presentare anche l’autorizzazione paesaggistica;

Costi:

€. 25,82 per diritti di segreteria


Normativa:

Legge Regionale n. 23/1985
Legge Regionale n. 5/2003
DPR n. 380/2001 (Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di edilizia)