certificato di destinazione urbanistica


Che cos'è:

Permette di venire a conoscenza della possibilità edificatoria di intervento su determinati terreni o aree urbane. In particolare, è indispensabile in caso di compravendite, divisioni o donazioni, perizie o stime eseguite su terreni censiti al Catasto Terreni oppure su aree urbane di pertinenza a fabbricati censite al Catasto Urbano, con superficie pari o maggiore di mq. 5.000.


Requisiti:

La richiesta del Certificato di Destinazione Urbanistica può essere effettuata, in generale, da persone fisiche e giuridiche per le aree d’interesse, e, in particolare da un tecnico incaricato, da un avente titolo come il proprietario, comproprietario o erede, dal titolare di altro diritto reale, o da altra persona interessata o delegata. Questo tipo di certificato, può essere richiesto per tre principali motivi:
1. quando si stipula un atto pubblico di compravendita, di divisione o di donazione avente ad oggetto un terreno che non sia pertinenza di un edificio qualsiasi sia la sua superficie;
2. quando si stipula un atto pubblico di compravendita, di divisione o di donazione avente ad oggetto un terreno che costituisce pertinenza di un edificio censito nel nuovo Catasto edilizio urbano se di superficie uguale o superiore a 5.000 mq;
3. quando si stipula un atto pubblico avente ad oggetto trasferimento, costituzione o scioglimento della comunione di diritti reali relativi a terreni.


Dove:

 UFFICIO TECNICO EDILIZIA PRIVATA
Via Leonardo Da Vinci snc 1° piano
070997013
fax 070997075
ufficio.edilizia.privata@comune.villaputzu.ca.it

ORARIO E GIORNI DI APERTURA AL PUBBLICO:
Mattina: Lunedì, Venerdì dalle 10:30 alle 13:00
Pomeriggio: Mercoledì: dalle 16:00 alle 18:00
 

 

 


Come:

 

La domanda per ottenere il Certificato di Destinazione Urbanistica è possibile presentarla secondo due differenti modalità:
telematica, utilizzando lo sportello telematico;
cartacea, consegnando i moduli compilati allo Sportello Unico dell’ Ufficio Tecnico.
Se la domanda è completa viene predisposto il certificato, in caso contrario si sospendono i termini e viene richiesta la documentazione mancante.

 


Tempistica:

Entro il termine perentorio di 30 giorni dalla presentazione della relativa domanda.

Se la documentazione allegata alla domanda dovesse risultare incompleta, il responsabile del procedimento emanerà entro 35 giorni una proposta di provvedimento di sospensione e provvederà ad inviare una lettera al richiedente perché presenti correttamente tutta la documentazione richiesta.

 


Documentazione:

La documentazione richiesta per la presentazione dell’istanza la possiamo schematizzare in questo modo:
Moduli principali: certificato di destinazione urbanistica e istanza di rilascio.
Moduli accessori: pagamento dell’imposta di bollo; pagamento dell’imposta di bollo per rilascio del certificato; ulteriori mappali oggetto della richiesta del certificato.
Allegati obbligatori: copia del documento d’identità del dichiarante e permesso di soggiorno se straniero; reversale divisionale; ricevuta dei diritti di segreteria/istruttoria (considerato che, in ogni caso, il rilascio del CDU è soggetto al pagamento di tali diritti); planimetria catastale con dati completi dei terreni, quali Comune, Provincia, foglio, particella. Se non dovessi disporre di tali dati, potrai acquisirli richiedendo una visura catastale.

modulo richiesta certificazione urbanistica


Costi:

 

Per ottenere il Certificato di destinazione Urbanistica, è necessario pagare:
l’imposta di bollo o bollo virtuale da 16 €. Sono necessarie due marche da bollo, una da presentare assieme alla domanda, l’altra alla consegna del certificato (a seconda che si paghi o meno presso l’ufficio di consegna). Ricorda che se il certificato supera le quattro pagine occorrono ulteriori marche da bollo, facendo conto che è richiesta una marca ogni quattro pagine;
€.5,16 per ogni mappale, ricordando che oltre i 9 mappali il costo è complessivamente di €. 100,00 ;
€.20,00 o €. 30,00 fino a cinque particelle catastali. A seguire 1 € in più per ogni particella aggiuntiva per i diritti di segreteria, che devono essere pagati quando si ritira il certificato semplice (riferimento a €. 20,00 citati sopra) o il certificato storico (riferimento a €.30,00 citati sopra).

 


Normativa:

Art. 23-ter e dell'art. 40 del D.Lgs. 7 marzo 2005 n. 82
Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia D.P.R. n. 380 del 6 giugno 2001, art. 30